Stiamo hungry, stiamo calmi

David Foster Wallace è considerato uno degli autori più importanti della letteratura americana del secondo dopoguerra e Infinite Jest il suo capolavoro.
Nelle mille pagine abbondanti, e fittissime, che lo compongono si racconta di una società futura in cui anche gli anni sono sponsorizzati dalle multinazionali.

Non so esattamente perché, ma è proprio Infinite Jest che mi è venuto in mente quando, sfogliando un quotidiano mentre bevevo un cappuccino al bar, mi sono imbattuto nella pubblicità di un istituto milanese, una scuola secondaria laica paritaria, per dirla con parole loro, che invitava le famiglie agli open day programmati per l’autunno. Continua a leggere “Stiamo hungry, stiamo calmi”

Libri digitali e scuola: un rapporto tutto da costruire

Il rapporto sullo stato dell’editoria in Italia 2016, elaborato dall’Ufficio Studi dell’Associazione Italiana Editori sulla base dei dati del 2015 e dei primi sei mesi del 2016, dipinge un quadro di ripresa per il mercato del libro. Dopo anni di forte crisi torna un moderato clima di ottimismo, all’interno del quale la situazione degli ebook si muove fra alti e bassi. Continua a leggere “Libri digitali e scuola: un rapporto tutto da costruire”

Tecnologia e formazione

Mi trovo nel capannone dove lavoro, fuori è una bella giornata, dentro le macchine viaggiano a pieno regime, ingranaggi ben oliati di un meccanismo ormai rodato.

All’improvviso un colpo sordo e un lampo di luce mi fanno capire che, invece, qualcosa si è inceppato. Sono il responsabile della sicurezza e ricordo bene il protocollo, lo stavo guardando poco fa, affisso al muro.

Continua a leggere “Tecnologia e formazione”

Filosofia con i bambini

Da bambino non amavo la solitudine, che fosse la mia o quella degli altri, questo mi ha stimolato a sviluppare una socievolezza piuttosto spiccata, soprattutto a scuola, coi compagni, sebbene fossi un alunno talvolta distratto.

Tale desiderio di “avvicinare” non si fermava però alle sole persone.

Quando si trattava di svolgere un tema, non mi preoccupavo solo di scrivere correttamente e con dei buoni contenuti, ma amavo pensare che le parole si sarebbero tenute compagnia. Continua a leggere “Filosofia con i bambini”