Webinar 4P – preparare, proporre, promuovere e post-produrre

Luciano Barrilà e Graziano Maino – Pares Di seguito alcune indicazioni pratiche per preparare, proporre, condurre e valutare webinar realizzabili utilizzando Zoom e Google Drive, a partire dalle nostre esperienze sul campo, esperienze che si sono fatte più intense in questi giorni di lavoro e formazione a distanza a causa dell’emergenza Coronavirus. P1 – PreparareContinua a leggere “Webinar 4P – preparare, proporre, promuovere e post-produrre”

Qualche riga per spiegare cosa significhi, per me, fare lo psicologo

Dopo essermi laureato in psicologia presso l’università di Milano-Bicocca, mi sono dedicato unicamente alla formazione, decidendo di non diventare psicoterapeuta ma di fare lo psicologo, una professione che permette di lavorare su tutto ciò che precede la malattia, spesso prevenendola.  Dietro tale decisione c’è una scelta che coltivo da sempre, occuparmi del disagio delle giovani generazioni, consapevoleContinua a leggere “Qualche riga per spiegare cosa significhi, per me, fare lo psicologo”

Podcast #02 – Uccidi le metriche, salva il mondo

È disponibile un nuovo episodio del podcast, questa volta parliamo di metriche e del perché se ne facessimo a meno staremmo tutti molto meglio! Link per l’ascolto Apple PodcastGoogle PodcastSpotifySpreaker Riferimento bibliografico Boers E, Afzali MH, Newton N, Conrod P. Association of Screen Time and Depression in Adolescence. /JAMA Pediatr./ Published online July 15, 2019.Continua a leggere “Podcast #02 – Uccidi le metriche, salva il mondo”

Podcast #01 – Marketing, mucche e social network

Dopo le presentazioni è disponibile la puntata numero 1 del podcast. A partire da un episodio di vita vissuta, parliamo di marketing, di mucche e di come il primo prenda a volte spunto dalla vita delle seconde. Link per l’ascolto Apple PodcastGoogle PodcastSpotifySpreaker Fatemi sapere cosa ne pensate! Immagine di Sophie Dale via Unsplash

Un podcast, per continuare a correre pensando (ad alta voce)

Per festeggiare i quattro anni di Correre Pensando ho pensato di fargli un regalo, dotandolo di voce. È nata così l’idea di un podcast, che andrà ad arricchire il progetto con una modalità di fruizione più “calda” e, spero, più interessante e coinvolgente per i lettori/ascoltatori. Potete iscrivervi (naturalmente in maniera gratuita) e ascoltare ilContinua a leggere “Un podcast, per continuare a correre pensando (ad alta voce)”

La psicologia prima della psicologia

Le immagini del camionista che si arrampica in cima al proprio mezzo e parla con l’aspirante suicida, che in un attimo si lascia trarre in salvo, suscitano ammirazione ma anche tanta curiosità.  Ci si domanda cosa il primo possa avere detto al secondo per indurlo ad abbandonare, almeno per quel giorno, i suoi propositi.Il filmato,Continua a leggere “La psicologia prima della psicologia”

Intelligenza artificiale. Le approssimazioni bene approssimate non saranno mai l’originale

Il nuovo prezzemolo universale, l’intelligenza artificiale, sta bene su tutto, migliora il sapore, dona grinta anche ai piatti, pardon, ai prodotti, che non pensavamo avessero bisogno di applicazioni di intelligenza standard, figuriamoci di quella aumentata. Poco importa che gli studi in materia siano ancora all’inizio, ancora meno importante è il fatto che manchi un veroContinua a leggere “Intelligenza artificiale. Le approssimazioni bene approssimate non saranno mai l’originale”

La donna che frantuma la maschera di Facebook

Nei giorni scorsi mi è stato inviato il discorso tenuto da Carole Cadwalladr, la giornalista che ha fatto scoppiare il caso Cambridge Analityca, al TED di Vancouver. Trovate il video originale e la traduzione effettuata da AGI – Agenzia Giornalistica Italia – QUI. Il contenuto è ad alto tasso di inquietudine, per quello che raccontaContinua a leggere “La donna che frantuma la maschera di Facebook”

Google Stadia. Ustionarsi videogiocando

Sono un videogiocatore da quando mi è stato chiaro che il pollice opponibile era più comodo dei bastoncini cinesi. In circa trent’anni fra le mie mani sono passate almeno una decina di console e centinaia di giochi sui quali credo di avere trascorso migliaia di ore. Negli anni, naturalmente, il tempo che mi è statoContinua a leggere “Google Stadia. Ustionarsi videogiocando”