Il Manifesto delle collaborazioni cross-sector

Dal laboratorio “In partnership per lo sviluppo locale” è nato un manifesto dedicato alla collaborazione cross-settoriale che si articola in 12 punti. Li ripercorriamo in un articolo pubblicato da Percorsi di secondo welfare e che trovate a questo link, approfondendo i suggerimenti operativi provenienti dagli attori che vi hanno contribuito e provando ad argomentarne indicazioniContinua a leggere “Il Manifesto delle collaborazioni cross-sector”

Facebook minaccia di lasciare l’Europa? Cosa c’è di vero e quali scenari si aprono.

Per dirla con Mark Twain, la notizia per cui Facebook avrebbe minacciato di chiudere i suoi servizi nel vecchio continente è certamente un’esagerazione. Eppure, vale la pena dare un’occhiata al report integrale consegnato alla SEC, in cui Meta (il nuovo nome dell’azienda di Mark Zuckerberg) sottolinea come l’assenza di cambiamenti nella normativa che regola ilContinua a leggere “Facebook minaccia di lasciare l’Europa? Cosa c’è di vero e quali scenari si aprono.”

Parliamo di social media con Federica Speziali – correre pensando podcast

Dopo una lunga pausa torna correre pensando podcast, con un episodio speciale in compagnia di… Federica Speziali Federica è social media manager con una formazione umanistica, si occupa di progetti di pianificazione, comunicazione e analisi sui social media per i clienti in campo editoriale (e non solo) di DGLine, web agency e software house traContinua a leggere “Parliamo di social media con Federica Speziali – correre pensando podcast”

Il disagio psicologico, l’ambiente e noi

Avviso spoiler: il post prende l’ispirazione dalla recente serie tv “Fondazione”, di cui contiene un’importante rivelazione. L’articolo non è dedicato alla serie, ma se per qualche motivo avete intenzione di vederla suggerisco di evitare la lettura fino al completamento della prima stagione. Nella serie tv “Fondazione”, tratta dalla mastodontica opera di Isaac Asimov che haContinua a leggere “Il disagio psicologico, l’ambiente e noi”

Nasce il blog di Domenico – Voce del verbo Stare

Con oggi lascio il blog correre pensando, nato da una comune intuizione e condiviso per anni con Luciano, che ne è sempre stato il titolare esclusivo. Le finalità di questo blog sono più specialistiche rispetto ai miei interessi ma assai più vicine alle sue, così ci siamo trovati di fronte a un bivio, rendere correre pensando generalistaContinua a leggere “Nasce il blog di Domenico – Voce del verbo Stare”

Not-so-smart working

C’è un evidente senso di liberazione nel movimento dei dipendenti che più o meno in tutto il mondo chiede alle aziende di costruire un rapporto più equilibrato tra vita privata e professionale. Una rivendicazione necessaria, che trova però nello slogan “non siamo il nostro lavoro” una sintesi leggermente fuori fuoco. Ognuno di noi è ilContinua a leggere “Not-so-smart working”

Bambini, digitale e populismo pedagogico

Siamo stati chiamati a portare il nostro contributo all’interno di un progetto che prevedeva di incontrare una cinquantina di ragazzi e ragazze di circa 12 anni. Abbiamo visto la metà di loro nei giorni scorsi, incontreremo l’altra metà la prossima settimana. Il tema del progetto, “Leggere – osservare: nuovi occhi per tenere vive vecchie emozioni”, siContinua a leggere “Bambini, digitale e populismo pedagogico”

Otto spunti per uno smart working meno faticoso e più soddisfacente

Insieme a Graziano Maino abbiamo ragionato sullo smart working, provando ad allontanarci da rappresentazioni semplificate e dannose, alla ricerca di consigli pratici per rendere il lavoro agile sostenibile, soddisfacente e non isolante. Abbiamo analizzato otto punti: 1. Adottare un’agenda digitale condivisa 2. Stabilire confini temporali e rispettarli 3. Rimanere connessi (ma non iperconnessi) 4. QuandoContinua a leggere “Otto spunti per uno smart working meno faticoso e più soddisfacente”

Meno alti dei pinguini, Arezzo – domenica 24 ottobre

Il 24 ottobre Domenico parteciperà alla manifestazione Meno alti dei pinguini. L’appuntamento si terrà alla Casa Museo Ivan Bruschi, ad Arezzo, per un intervento dal titolo “Noi, le bambine e i bambini, le nuove tecnologie. Compiti antichi per mondi che cambiano.” Potete consultare il programma completo e prenotare l’evento sul sito del festival.