Il web applicato alla politica presenta il conto

Dal 18 ottobre di quest’anno, sono stato impegnato in diverse città italiane per la presentazione del mio ultimo volume, da Trento a Messina, passando per Firenze, Parma, Milano, Chieti e tantissime altre località. Sempre tra la gente, eppure non credo di avere colto il vero sentimento del nostro paese. Continua a leggere “Il web applicato alla politica presenta il conto”

Contro i moralisti istituiamo la “giornata dell’inganno digitale”

In questo momento mi trovo in Sicilia per un ciclo di presentazioni del mio ultimo volume. Uno dei luoghi in cui il grande inganno del M5S -il caso più clamoroso di manipolazione collettiva verificatosi in Occidente da quando esistono i grandi mezzi di comunicazione- è riuscito a mietere il consenso necessario per regalare il Paese ai razzisti e ai fascisti. Un vero capolavoro di strategia politica. Continua a leggere “Contro i moralisti istituiamo la “giornata dell’inganno digitale””

Smascherare il M5S senza accanimento, nell’interesse comune

Questo blog accosta da anni i concetti di malattia, manipolazione, violenza psicologica al M5S, una “bolla” costruita con materiale gassoso e vago, quello della comunicazione digitale, eppure blindata. Ogni tanto qualche spirito critico sfugge alla Casaleggio & Associati. “Un sentito grazie ai colleghi De Falco e Nugnes che hanno seguito la loro coerenza, hanno pensato prima al bene dei cittadini e dell’ambiente che agli ordini di scuderia”. Così scrive su Facebook la senatrice 5S Elena Fattori commentando il voto dei suoi colleghi in commissione sul decreto per Genova. Il ringraziamento dell’esponente del Movimento tocca “anche per il coraggio di una scelta non semplice in un clima di terrorismo psicologico lontano da ogni forma di democrazia e condivisione”.
Parole di enorme pesantezza che un paese civile dovrebbe considerare con preoccupazione, la stessa che costringe noi a prendere posizione. Continua a leggere “Smascherare il M5S senza accanimento, nell’interesse comune”

Una comunità a rischio psicosi

Che le nuove tecnologie potessero modificare il paesaggio civile e politico si poteva prevedere, e non era neppure difficile immaginare la profondità dei sovvertimenti. Un ricominciamento di questa portata poteva motivare coloro che nella vita precedente erano figure marginali e che ora vedevano una possibilità insperata. Tutti noi cerchiamo apprezzamento, ci battiamo per ritagliarci un posto onorevole all’interno della nostra comunità, ed è la sommatoria di questi sforzi individuali la causa dei benefici collettivi. Naturalmente è necessario che questo bisogno di eccellere sia accompagnato da intenzioni pro-sociali, che non sia ispirato solo da sentimenti di rivalsa o da cieca volontà di affermazione personale a tutti i costi, in dispregio degli interessi collettivi. Continua a leggere “Una comunità a rischio psicosi”

Perché è evidente che ci stiamo infilando in una dittatura. Due parole su Matteo Salvini e Alfonso Bonafede

Dopo la richiesta di archiviazione, seguita all’inchiesta sugli sbarchi negati, Matteo Salvini, che non è ministro della malavita ma semplicemente un uomo cinico e assetato di potere a tutti i costi, che distruggerà l’Italia, con la complicità del M5S, che gli tiene la giacca mentre lui spacca le gambe al Paese, sulla solita pagina Facebook si chiedeva, scandalizzato, “Quanto si è pagato per quest’inchiesta e quanti uomini sono stati impiegati”. Sembrava che il cuore gli sanguinasse per lo spreco di risorse pubbliche, peccato sia il segretario della Lega, il partito condannato a risarcire cinquanta milioni di euro, soldi pubblici che aveva rubato. Continua a leggere “Perché è evidente che ci stiamo infilando in una dittatura. Due parole su Matteo Salvini e Alfonso Bonafede”

Il Movimento 5 Stelle mette sotto processo la normalità

La ragione per la quale ci soffermiamo di frequente sulle attuali contingenze politiche, è legata a filo doppio al nome e alla missione del nostro blog, Correre pensando. Riteniamo infatti che esse siano frutto di un utilizzo manipolatorio delle nuove tecnologie, un fenomeno grave e truffaldino che potrebbe implicare conseguenze drastiche nella vita di molti cittadini. Vediamo di chiarire il nostro pensiero. Continua a leggere “Il Movimento 5 Stelle mette sotto processo la normalità”

Politici mediocri e nuove tecnologie uccidono la compassione

Qualche settimana fa avevo scritto che la malattia mentale oramai si è impossessata di una parte cospicua della politica italiana. Non era uno scherzo e nemmeno un’iperbole, ma la situazione sfugge agli elettori, condotti verso la cecità attraverso stimoli paranoici, evocando presenze inquietanti e nemici esterni, mai bene identificati eppure usati in modo spregiudicato per allontanare l’attenzione dalla follia che possiede gli stessi salvatori. Continua a leggere “Politici mediocri e nuove tecnologie uccidono la compassione”