Qualcuno pensa che ricordare sia inutile, vista la situazione in diversi paesi del mondo, compreso il nostro.

Ma stiamo attenti, stancarci è proprio ciò che vogliono i fascisti di oggi, compresi quelli virtuali, che fascisti non sembrano solo perché si mascherano bene, in realtà sono i più cattivi, non ti guardano mai negli occhi e cercano di manipolarti, rubandoti la fiducia, salvo poi tenere la giacca a chi annega donne e bambini.

Proprio grazie alla memoria, il loro sogno di dominio rimarrà irrealizzato.

Lo dice la storia. Nell’ultimo secolo abbiamo vacillato, siamo persino caduti, ma alla fine, come accadde alla materia nella lotta mortale contro l’antimateria, vince la parte nobile delle comunità, l’unica utile al progresso.

Anche oggi abbiamo ricordato, come tutti gli anni, come tutti i giorni. Ricordare è come vaccinarsi.

I fascisti odiano la memoria, perché essa, ostinatamente, ci racconta come va a finire quando arrivano loro. Sempre allo stesso modo, proprio perché loro sono sempre gli stessi, cloni l’uno dell’altro, che attraversano i secoli consegnandosi il testimone, ma sono progressivamente più deboli, come le stelle che, esaurito l’idrogeno, bruciano scarti, in attesa di spegnersi. L’idrogeno dei fascisti si sta esaurendo, infatti producono materiale sempre più ridicolo, anche se ancora pericoloso.

Noi continuiamo a ricordare, sicuri che la memoria li debellerà. Un’arma gentile, la memoria, che per loro basta e avanza. 

Domenico e Luciano Barrilà

Immagine di Albert Laurence via Unsplash

Unisciti alla discussione

6 commenti

    1. Certo che finirà così, caro Giuseppe, ma non succederà spontaneamente. Ognuno di noi deve dare quello che può, se siamo in tanti è più facile.

      Mi piace

      1. Certamente l’indifferenza è la diretta conseguenza dell’oblio e senza il “sentire “comune e la condivisione di nobili intenti non ci può essere futuro

        Mi piace

  1. C’è troppa gente che non capisce l’elementare verità cui fai cenno, caro Pietro, soprattutto ci sono troppi politici che sanno come trasformare il risentimento in consensi elettorali.
    Non daranno mai niente ai cittadini, a loro non interessa risolvere i problemi, perché più problemi ci sono più nemici si possono trovare, più a lungo dureranno loro al potere. Un congegno perfetto.

    Piace a 1 persona

  2. Ieri sera a radio RAI 3 in diretta da Casoli è stata narrata la vicenda del futuro Presidente Carlo Azeglio Ciampi: la traversata del sentiero che intersecava la linea Gustav per unirsi alla Brigata Maiella [a prezzo della perdita di 10 compagni di impresa, tante erano le difficoltà da superare].
    Oggi abbiamo un ministro dell’interno che fa il pagliaccio in divisa, disonorandola, comportandosi come coloro che Ciampi avversò, ed un ministro dello sviluppo che non ha mai lavorato: ho sottolineato il contrasto a mia figlia 27enne, provando vergogna per come siamo degenerati.

    Piace a 1 persona

    1. Sono stato di recente al cimitero canadese di Ortona, proprio sulla linea Gustav, bellissimo e straziante. Ragazzini sacrificati per vincere la tirannia. Sei un padre, puoi capire cosa significa.
      Oggi quei sacrifici paiono inutili, vedere un pirla con la felpa che invece di vendere caldarroste è ai vertici del governo, fa specie. Eppure, noi sappiamo che non è così, caro Mauro, perché quei ragazzi ci danno la certezza che quanto abbiamo non è per sempre e richiede di essere protetto costantemente, ogni giorno. Abbiamo un problema, il più grosso dal dopoguerra, dobbiamo affrontarlo e risolverlo. Non abbiamo altra scelta. Le armi sono potenti, quelle della democrazia. Ce la faremo.

      Piace a 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: